E’ possibile divorziare se uno dei due coniugi non vuole?

Il blog dello Studio Legale Bartolini

Home » Blog » Diritto di Famiglia » E’ possibile divorziare se uno dei due coniugi non vuole?

E’ possibile divorziare se uno dei due coniugi non vuole?

E’ possibile divorziare se uno dei due coniugi non vuole?  Questa è una domanda che spesso mi viene fatta dai miei clienti in materia di diritto di famiglia.

Ho parlato spesso di separazione e divorzio, occupandomi di diritto di famiglia, in questo blog e di come l’assistenza su questo particolare aspetto del diritto debba andare oltre l’aspetto meramente giuridico.

Spesso chi si rivolge all’avvocato in diritto di famiglia è colto da grande emotività per quanto gli sta accadendo ed è offuscato dal volerla far pagare all’altro coniuge non seguendo nemmeno i consigli del proprio legale che ovviamente ha una visione oggettiva e più lucida della questione.

In questi casi si vanno ad instaurare delle vere e proprie Guerre dei Roses che sappiamo bene che epilogo hanno e quindi, a mio avviso, separarsi e divorziare in tempi brevi e senza fare grandi battaglie è la soluzione più logica che si possa fare. Non sempre è possibile anche perché bisogna essere in due a volerlo ma non bisogna mai danneggiarsi volendo farla pagare, in qualche modo, all’ex., cosa che accade più di frequente di quello che uno possa immaginare.

Fatta questa premessa, devi sapere che con la separazione non si scioglie definitivamente il vincolo matrimoniale ma si allenta.

Solo con il divorzio questo vincolo viene definitamente sciolto.

Quali sono le ragioni per cui uno solitamente decide di chiedere il divorzio?

Il divorzio viene chiesto, di solito per 3 ragioni:

  • La prima ragione è di carattere personale nel senso che il coniuge vuole mettere una pietra tombale sul precedente rapporto e lo vuol fare, appunto, con una sentenza di divorzio
  • La seconda ragione riguarda l’eredità nel senso che il coniuge, divorziando, vuole essere sicuro che in caso di morte nulla vada all’ex moglie.
  • Il terzo motivo è perché il coniuge divorziato si vuole risposare.

Accade che quando si va a chiedere il divorzio all’altro coniuge, questi neghi il consenso non volendosi, appunto divorziare.

In questi casi devi sapere che, anche contro la volontà dell’altro coniuge, è possibile divorziare.

Infatti, il diritto al divorzio è un diritto irrinunciabile e non si può consentire l’ostacolo di tale diritto da parte dell’altro coniuge.

 

Quali conseguenze vi sono in caso di non consenso al divorzio?

Come forse saprai il divorzio, così come la separazione, può essere fatta su accordo delle parti – c.d. consensuale – oppure giudizialmente.

Quest’ultima procedura è sicuramente più lunga e costosa della prima.

Se l’altro coniuge non vuole divorziare necessariamente si dovrà procedere per la via giudiziale, procedura un po’ più complessa.

Come procedere?

Bisogna, in questi casi rivolgersi al proprio avvocato di fiducia il quale redigerà un ricorso che verrà presentato in Tribunale.

Successivamente il Tribunale fisserà una udienza e sia il ricorso che il provvedimento di fissazione di udienza andranno notificati all’altro coniuge.

Se il coniuge che non voleva concedere il divorzio, messo dinanzi al fatto compiuto, si presenta all’udienza, il giudice procederà al c.d. tentativo di conciliazione per poi proseguire la causa e definire il giudizio con una sentenza di divorzio.

Se, invece, il coniuge che non voleva concedere il divorzio non si presenta, il procedimento farà ugualmente il suo corso e si arriverà comunque ad una sentenza di divorzio.

Quindi è indiscutibile che se uno vuole divorziare nulla glielo potrà impedire!

Se invece vorrai opporti al divorzio non potrai farlo e il consiglio è quello di trovare un accordo oppure difenderti in giudizio compiutamente.

Se ti stai divorziando ed hai necessità di assistenza, scrivimi

info@bartolinistudiolegale.com

e sarò lieto di ascoltarti ed assisterti nel migliore dei modi

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Prenota il tuo appuntamento online

Vai al calendario Prenota un appuntamento

Iscriviti alla newsletter

E riceverai una mail ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.

Difendi i tuoi diritti

Come scegliere l’avvocato giusto per te in 5 semplici passi