Il tema del recupero credito oggi più che mai è attuale, vista la crisi economica che si è abbattuta sul nostro Paese da qualche anno.

Parlare di recupero credito, pertanto, non è solo chiarire quali siano le procedure che la legge mette a disposizioni del creditore per ottenere il suo avere, ma avere consapevolezza delle oggettive difficoltà in cui spesso si incorre nell’eseguire una procedura di recupero.

Pertanto è nostra convinzione che una pratica di recupero non possa prescindere dall’assumere preventivamente informazioni sul debitore, sui suoi beni, sullo svolgimento della attività lavorativa ecc.

Fare un piano di recupero ed anzi una valutazione delle possibilità di recupero prima di iniziare la procedura giudiziaria riteniamo sia doveroso ed è pertanto una pratica che svolgiamo abitualmente in questo settore.

Inoltre è nostro uso, per velocizzare i tempi, cercare di trovare una soluzione transattiva con il debitore prima di procedere giudizialmente e ciò anche per far risparmiare le spese vive di inizio della procedura al creditore.

Recuperare un credito, nel momento storico attuale, pertanto non è, contrariamente a quanto potrebbe apparire inizialmente, una pratica routinaria e banale ma tutt’altro. Per questo lo svolgimento di detta pratica necessita di un approfondimento e studio preventivo che non può essere tralasciato se si vuole ben sperare in un recupero fruttuoso.

In caso di recupero il costo del servizio è gratuito essendo totalmente a carico del debitore le spese che il cliente dovrà anticipare e che vedrà rimborsate. E’ quindi possibile concordare anche il pagamento iniziale delle sole spese vive e rimandare il pagamento degli onorari al momento della fine della pratica: spese che potranno essere determinato in maniera minore in caso di mancato recupero e che diversamente, si ripete, saranno a totale carico del debitore.

Per le aziende che di solito hanno un quantitativo di pratiche di recupero notevole, possiamo anche concordare pagamenti degli onorari solo in caso di recupero della somma; questa convenzione, si specifica,è prevista solo per un numero di recuperi maggiore di 5.

E’ possibile iniziare una pratica di recupero presso il nostro Studio  anche semplicemente scrivendoci via email inviandoci i dati per il recupero ( documento da cui deriva il credito: fattura, ricevuta ecc, nominativo del debitore con indirizzo a cui inviare la messa in mora ed altre notizie utili)  e quindi in maniera più comoda e veloce, salvo poi formalizzare il tutto al primo incontro.

SCRIVETECI PER CONSULENZE ED INOLTRO PRATICHE DI RECUPERO