Quale garanzia per l’auto usata?

Il blog dello Studio Legale Bartolini

Home » Blog » Diritto Civile » Quale garanzia per l’auto usata?

QUALE GARANZIA PER l’AUTO USATA?

A seguito del mio video sul canale youtube dal titolo “sei sicuro di essere davvero assicurato?” molti mi hanno scritto chiedendo informazioni sulla garanzia che copre l’acquisto di un’auto usata.

Per questo e per rispondere a tutti ho deciso di scrivere questo post sull’argomento.

Prima di tutto devi sapere che quando compri un’auto usata devi stare ben attento alle condizioni dell’auto che stai per acquistare nonché alla specifica garanzia del venditore.

CONCESSIONARIA E CONSUMATORE

Analizziamo il caso di acquisto di un’auto usata in concessionaria e l’ipotesi che tu acquisti l’auto personalmente e cioè in qualità di consumatore.

Il codice del consumo prevede che il consumatore, per legge, ha diritto alla garanzia sulle parti meccaniche, carrozzeria, componenti elettriche per 2 anni.

ATTENZIONE! La durata può essere ridotta ad un anno se prevista contrattualmente con apposita clausola sottoscritta.

Spesso concessionarie “furbe” inseriscono contrattualmente questa clausola nel contratto ed uno firma senza leggere prendendo la fregatura.

Inutile poi dire che non si sapeva o cose simili in quanto prima di firmare i contratti bisogna sempre leggerli!

Inoltre, se a fronte di uno sconto magari non da poco si pattuisce una garanzia di un anno, la domanda dovrebbe sorgere spontanea: quell’auto ha qualcosa che non va!

E SE ACQUISTO DA UN PRIVATO?

Qui la musica cambia in quanto il privato non è obbligato a dare alcuna garanzia. Certamente tra privati si possono fare buoni affari ma si corrono anche maggiori rischi.

Ovviamente il privato non può venderti fischi per fiaschi, come si suol dire, perché incorrerebbe nel reato di truffa ma comunque sarai sicuramente scoperto dalla garanzia prevista dal codice del consumo. Manutenzione.

Il privato, come già accennato, non è obbligato a darti alcuna garanzia però è tenuto ad osservare quanto stabilito dal nostro codice civile: “Il venditore è tenuto a garantire che la cosa venduta sia immune da vizi che la rendano inidonea all’uso a cui è destinata o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore. Il patto con cui si esclude o si limita la garanzia – conclude la norma – non ha effetto se il venditore ha in mala fede taciuto al compratore i vizi della cosa”.

In poche parole se l’auto ha dei difetti il privato te lo deve dire e non certamente nasconderli: se così fosse potrai fare causa per ottenere la risoluzione del contratto e la restituzione dei soldi oltre a proporre una eventuale denuncia per truffa, ricorrendone i presupposti.

Quindi il consiglio è di comprare, nel 90% dei casi, da una concessionaria.

MA LA GARANZIA PER L’AUTO USATA COSA COPRE?

Il Codice del consumo prevede che gli eventuali difetti avvertiti durante i primi sei mesi dalla data di acquisto si presumono già presenti al momento della vendita.

Quindi in questi casi sarà il venditore a dover dimostrare che il vizio non era presente al momento della vendita e che non rientra in garanzia: state certi che il venditore farà di tutto per dirvi che tale difetto non è in garanzia e deve essere riparato a vostre spese.

A tal riguardo mi ricordo di un cliente che venne al mio Studio in quanto dopo 4 mesi dall’acquisto dell’auto usato, la stessa prese fuoco a causa di un corto circuito elettrico. Il venditore fece di tutto, negando qualsiasi garanzia, per sottrarsi ai propri obblighi dicendo che l’impianto elettrico non era in garanzia. Purtroppo per lui il Tribunale non la pensava allo stesso modo ed abbiamo vinto la causa che al venditore gli è costata tre volte rispetto alla richiesta in garanzia.

COME AGIRE?

Appena si riscontra un difetto la prima cosa da fare è denunciare il vizio riscontrato entro entro due mesi dalla sua scoperta.

ATTENZIONE! La denuncia non va fatta a voce ma tramite racc.ta a.r da inviare alla concessionaria.

La data di consegna dell’auto indicata nel contratto è importante ai fini della decorrenza dei termini ed una condizione che devi tenere ben a mente onde evitare contestazioni che comunque, anche se illegittime, ti verranno quasi sempre fatte.

Successivamente se la questione non viene risolta in via bonaria ed il venditore non riconosce la propria responsabilità, è doveroso rivolgersi ad un legale per procedere con la pratica risarcitoria e nei casi più gravi anche di risoluzione del contratto.

 

COSA NON COPRE LA GARANZIA PER L’AUTO USATA?

La garanzia non copre le parti sottoposte ad usura ordinaria quali la cinghia di trasmissione, le pastiglie dei freni, i tergicristalli, le gomme, la batteria ecc., anche pregressa, tra cui le spazzole tergicristallo, le pastiglie dei freni, la batteria, le gomme, ecc.

HO FIRMATO UN CONTRATTO DOVE SI PATTUIVA L’ESCLUSIONE DELLA GARANZIA: È VALIDO?

È capitato che alcuni clienti fossero venuti allo Studio per difetti riscontrati sull’auto portandomi un contratto ove si escludeva la garanzia.

Ebbene tale clausola è nulla in quanto la garanzia è sempre dovuta in quanto obbligatoria e GRATUITA.

LA CLAUSOLA “VISTA E PIACIUTA

Nei contratti spesso viene inserita una clausola sibillina e cioè la c.d. clausola “vista e piaciuta”.

Con tale clausola in pratica si dice che hai visionato l’auto, ti è piaciuta e l’hai controllata: quindi in pratica non potresti eccepire nulla in seguito!

Tale clausola non salva però il venditore dai vizi occulti che non vengono coperti da tale condizione.

Però è sempre bene – come già detto – leggere i contratti e non sottoscrivere alcuna clausola del genere perché vuol dire che il venditore, nella maggior parte dei casi, ti sta nascondendo qualcosa su quella vettura che ti potrà dare problemi.

Se stai riscontrando dei problemi sull’auto usata che hai acquistato e vuoi contestare dei vizi puoi scrivermi, per assistenza a:

info@bartolinistudiolegale.com

e sarò lieto di ascoltarti ed assisterti nel migliore dei modi.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Prenota il tuo appuntamento online

Vai al calendario Prenota un appuntamento

Iscriviti alla newsletter

E riceverai una mail ogni volta che pubblicheremo un nuovo articolo.

Difendi i tuoi diritti

Come scegliere l’avvocato giusto per te in 5 semplici passi